Via Duca D'Aosta, 24 - San Giovanni La Punta

Via Roma, 50 - Gagliano Castelferrato

Odontoiatria

I principi di odontoiatria moderna

L’odontoiatria è quella branca della medicina che si occupa della prevenzione, della diagnosi e della terapia medica e chirurgica delle patologie che colpiscono denti, gengive, ossa mascellari, articolazioni temporo-mandibolari, ghiandole salivari, tessuti neuro-muscolari e mucose orali.

Numerosi e importanti progressi tecnologici e metodologici hanno, in questi ultimi anni, notevolmente e tumultuosamente migliorato il modo di operare del moderno odontoiatra.

Che cos'è l'Odontoiatria Conservativa

L’odontoiatria conservativa è la branca dell’odontoiatria che si occupa di curare e riparare i denti danneggiati, e conservare per quanto possibile tutta la struttura dentaria residua. Ripara i danni provocati per lo più dalla carie, ma anche da fratture o da anomalie di forma e colore, restituendo ai denti una corretta funzionalità ed estetica.

Nello Studio Fianda l’odontoiatria conservativa viene esercitata utilizzando materiali d’avanguardia nel campo degli adesivi dentinali e dello smalto, dei materiali compositi e delle faccette in ceramica.

Le principali tecniche dell'odontoiatria conservativa

Le principali tecniche dell’odontoiatria conservativa sono tre.

Otturazione: Il danno al dente viene riparato riempendo direttamente la cavità dentale con un apposito materiale da otturazione estetico.

Ricostruzione: È un’otturazione estetica complessa che ricostruisce parti molto estese del dente, evitando di doverlo rimpicciolire e ricoprirlo con una corona protesica.

L’intarsio: È un’otturazione o ricostruzione estetica particolarmente impegnativa per dimensioni, forma, colore o resistenza. In questo caso il dentista prepara la cavità dentale, prende le impronte e, per ultimo, cementa l’intarsio sul dente, che e’ stato realizzato fuori dalla bocca dall’odontotecnico.

I materiali delle otturazioni

Secondo le conoscenze scientifiche attuali le otturazioni devono essere realizzate con un materiale estetico composito a base resinosa per le sue caratteristiche di estetica, biotolleranza, adesione, durezza, resistenza ad usura ed abrasione simili al dente naturale.

In passato le otturazioni venivano realizzate in amalgama d’argento, materiale grigio contenente il mercurio, un metallo potenzialmente molto pericoloso per l’organismo. Le vecchie otturazioni in amalgama devono essere eliminate in isolamento con diga per evitare l’ingestione dei residui dell’amalgama e il possibile assorbimento di mercurio.

Le modalità ed i tempi per lo sbiancamentodei denti a casa

Fasi operative dello sbiancamento di denti domiciliare sotto controllo medico:

• Presa impronte.
•  Costruzione di due mascherine sottili morbide e trasparenti superiore ed inferiore.
• Applicazione sui denti della mascherina riempita con materiale sbiancante.

Le mascherine individuali in plastica trasparente morbida e gommosa che riproducono l’esatta forma dei denti, con una piccola beanza per il prodotto sbiancante che il paziente domiciliarmente applicherà al loro interno, (perossido di carbammide ), inserendole in bocca con le metodiche moderne di ultima generazione, si possono tenere solo poche ore al giorno e non più tutta la notte . Il trattamento se mantenuto con determinate abitudini alimentari e di comportamento può durare anche cinque anni.

Principali metodi e prodotti per lo sbiancamentodei denti

Lo sbiancamento professionale in seduta unica è molto rapido ed utilizza speciali lampade alogene che attivano le sostanze sbiancanti a rilascio di ossigeno. I prodotti sbiancanti utilizzati unicamente dal medico nello Studio Simion, hanno una concentrazione di principio attivo molto elevata quindi richiedono un’accurata protezione dei tessuti gengivali ed una particolare attenzione.

Lo sbiancamento professionale alla poltrona utilizza perossidi ad alta percentuale applicati sui denti direttamente da personale specializzato dello studio, il cui potere viene accentuato dall’azione di luce alogena o laser.

Che cos'è la carie e come si cura

La carie è una malattia provocata da batteri che producendo sostanze acide distruggono i tessuti duri del dente. Colpisce anche il dente già otturato e il dente devitalizzato, ovunque sia rimasto del tessuto duro dentale raggiungibile dai batteri.

L’otturazione ripara la carie rimuovendo il tessuto dentale cariato e riempendo direttamente la cavità con un materiale estetico molto resistente che permette ai paziente di tornare subito a masticare correttamente migliorando anche la forma e l’estetica del dente.

Fasi operative di un'otturazione

Per garantire un elevato livello di qualità le otturazioni devono essere sempre realizzate sotto isolamento con diga in lattice di gomma. Per i pazienti allergici al lattice sono disponibili dighe in materiale anallergico.

L’anestesia, è necessaria o consigliabile anche se il dente è devitalizato per via dei diversi tessuti vitali che circondano il dente.

Le fasi che il dentista segue sono le seguenti:

> Osservazione clinica ed esame radiologico
> Anestesia
> Applicazione della diga in lattice di gomma
> Asportazione del tessuto carioso e preparazione della cavità, detersione e disinfezione.
> Applicazione di una matrice contenitiva se l’otturazione interessa completamente una parete del dente
> Applicazione del materiale adesivo
> Riempimento per strati della cavità con materiale composito resinoso che indurisce per fotopolimerizzazione con luce alogena o led
> Rifinitura, controllo della masticazione e lucidatura

Come si sbiancano i denti

Lo sbiancamento è un trattamento estetico che schiarisce il colore dei denti naturali, senza danneggiarli. Non ha alcun effetto sul colore delle otturazioni e dei denti artificiali in resina o ceramica.

Un trattamento di sbiancamento deve essere sempre eseguito su denti puliti, privi di macchie superficiali e tartaro, previo trattamento di igiene orale. Il colore del dente naturale è determinato dal colore del tessuto dentinale e dalla quantità e qualità dello smalto che lo ricopre.

Il colore dei denti naturali è influenzato da diversi fattori tra cui l’età, la dieta e le abitudini di vita: fumo, alimenti, o bevande come thè e caffè possano rendere più scuro l’aspetto dei denti. Il dentista deve consigliare al paziente il metodo di sbiancamento più indicato alla sua bocca per avere un sorriso più attraente e luminoso.

Come effettuare lo sbiancamento di un dente devitalizzato

I prodotti per lo sbiancamento di regola vengono applicati sulla superficie esterna del dente, con un’unica eccezione per il dente devitalizzato. Quando vogliamo sbiancare un dente devitalizzato il trattamento d’elezione prevede l’applicazione del prodotto sbiancante all’interno del dente, nella camera pulpare e all’imbocco del canale.

Fasi operative dello sbiancamento interno del dente non vitale:

  • Applicazione diga di lattice.
  • Apertura camera pulpare e imbocco canale radicolare.
  • Sigillo del canale.
  • Applicazione del materiale sbiancante.
  • Otturazione provvisoria.
  • Ripetizione della seduta secondo prescrizione medica.

Prenota adesso il tuo appuntamento

Compila i campi richiesti e il nostro staff ti ricontatterà il prima possibile